XXXII Seminario e Premio di Architettura e Cultura Urbana – Camerino

Pillole di coscienza collettiva
Rinnovate le cariche direttive dell’IN/Arch

XXXII Seminario e Premio di Architettura e Cultura Urbana – Camerino

La città dei desideri. Sogni e disegni di architettura

31 luglio – 4 agosto 2022
Camerino, Auditorium Benedetto XIII – via Le Mosse 99


Che città vogliamo? La domanda coinvolge il nostro modo di stare con gli altri, il bisogno di socialità e dello spazio in cui organizzare il ‘vivere insieme’. In quanto tale la città non è una realtà statica ma un progetto in divenire, un’utopia che anima i nostri desideri, una meta verso cui puntiamo continuamente.

L’incipit offre promesse di felicità che, però, si scontrano con i contrasti irrisolti della società ‘globalizzata’. Disuguaglianze, diversità etniche, religiose, di appartenenza politica, frenano le aspettative comuni con muri di sospetto, di paura o di indifferenza; atteggiamenti che tendono a impoverire la comunicazione e a restringere lo sguardo su orizzonti limitati da barriere che, talvolta, appaiono insormontabili.

Contro questo aspetto negativo del vivere sociale, la città – per sua natura – presenta comunque occasioni di incontro e di relazione nei luoghi istituzionali, negli spazi pubblici, nelle vie e nei mercati, nei luoghi di lavoro o di intrattenimento, nel quartiere fino nella vicinanza delle abitazioni, dove si mescolano la moltitudine di storie singolari con la condivisione di problemi, aspettative, piaceri e dispiaceri comuni.

La disciplina architettonica, nella ‘costruzione della città’, può cogliere l’occasione di ‘proporre ponti’, spazi di vita che favoriscano il desiderio e la necessità di stare insieme, fermarsi per conoscersi e riconoscere le reciproche diversità. Dalla casa al quartiere alle reti urbane, i progetti  – alla diversa scala – possono prospettare luoghi inclusivi in cui far crescere esperienze sociali di amicizia e partecipazione.

L’argomento, sommariamente introdotto, verrà trattato nei tre Laboratori previsti dal Seminario:
– La casa
– Il quartiere
– Le reti urbane

 

Al seminario possono partecipare studenti, ricercatori, docenti, professionisti e operatori interessati al tema. Le domande dovranno pervenire on line entro il 27 luglio 2021 tramite l’apposita scheda di iscrizione.

La partecipazione al seminario dei professionisti iscritti all’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori al SACU 2022 consentirà l’acquisizione di 20 Crediti Formativi.

Maggiori informazioni a www.unicam.it/culturaurbana