Premi Nazionali di Architettura IN/ARCH-ANCE. V Edizione

InnovAzioni: innovare per competere. Politiche per una nuova valorizzazione dei territori
InnovAzioni: innovare per competere. Politiche per una nuova valorizzazione dei territori | SALERNO

Premi Nazionali di Architettura IN/ARCH-ANCE. V Edizione

Organizzati per la prima volta nel 1962 e giunti alla V edizione nella formula congiunta tra IN/ARCH e ANCE, i Premi Nazionali di Architettura hanno rappresentato una importante occasione per compiere un monitoraggio sulla produzione di opere di architettura nel nostro paese, ancora troppo poche e troppo isolate a fronte di una massa di interventi di trasformazione del territorio poco attenti alla qualità, ai contesti, ai paesaggi, alle reali esigenze dei cittadini.
Le 150 opere segnalate alla giuria dagli esperti ne sono una testimonianza.
Attraverso le opere selezionate e premiate, IN/ARCH e ANCE vogliono ribadire che alla crisi economica che stiamo attraversando, e che colpisce in modo particolare il mondo delle costruzioni, occorre reagire proponendo modelli progettuali nuovi, innovativi, efficienti, contestualizzati al nostro territorio, eredi della nostra storia, ricchi delle nostre migliori professionalità.

Per la loro natura e la loro struttura i premi IN/ARCH-ANCE affermano con chiarezza che la qualità di un’architettura non è circoscritta a questioni estetico-linguistiche ma è l’esito di un processo complesso che coinvolge tutti i passaggi della filiera produttiva: domanda, esigenze, programma, norme, risorse, progetto, realizzazione, controllo, gestione, manutenzione.
Di qui la scelta di premiare l’opera e i tre principali protagonisti che sono alla base della sua realizzazione: committente, progettista, costruttore.

La giuria presieduta da Giuseppe Roma, Direttore Generale del CENSIS ha visto la partecipazione del Presidente dell’ANCE, Paolo Buzzetti, del Presidente dell’IN/ARCH, Adolfo Guzzini, del Presidente dei Giovani Costruttori ANCE, Filippo Delle Piane, dell’architetto italo sloveno Boris Podrecca, degli architetti italiani Giuseppe Barbieri, Piero Ostilio Rossi e Paolo Iotti.

I premi:

  • Premio per un intervento di nuova costruzione
  • Premio nazionale “Architetti italiani nel mondo” per un intervento progettato da un progettista italiano e realizzato in un paese estero
  • Premio nazionale per un intervento realizzato in Italia progettato da un progettista straniero
  • Premio nazionale per un intervento realizzato. progettato da un giovane progettista
  • Premio nazionale “Bruno Zevi” per la diffusione della cultura architettonica
  • Premio nazionale alla carriera

Visualizza le opere premiate