L’Agrivoltaico per i paesaggi culturali del XXI secolo

IN/Arch joins in the New European Bauhaus program
11° incontro del ciclo Ritratti

L’Agrivoltaico per i paesaggi culturali del XXI secolo


Il prossimo 8 aprile IN/Arch sarà presente  al Solar Exhibition and Conference, organizzato da Key Energy presso la fiera di Rimini.
Per info e registrazioni potete consultare questo link . L’evento si terrà dalle 11:30 alle 13:00 presso la Sala Diotallevi Hall Sud

I sistemi agrivoltaici hanno la potenzialità di consentire la produzione di cibo e di energia condividendo risorsa suolo e risorsa radiazione solare. In questo modo, le colture possono beneficiare dell’ombra e della protezione dei pannelli con impatti positivi sulla crescita delle stesse e sul consumo di acqua. Si ottiene così la massima integrazione tra produzione agricola e di energia rinnovabile.
In occasione del lancio del concorso internazionale di progettazione “L’agrivoltaico per l’Arca di Noè”, che premierà il “miglior giardino agrivoltaico”, il convegno intende aprire uno spazio di discussione sulla coesistenza tra paesaggio e produzioni di energie rinnovabili. Siamo in grado di pensare all’agrivoltaico come un supporto ai paesaggi culturali del XXI secolo? Cosa abbiamo e cosa manca?
L’evento è rivolto a tutti gli operatori che lavorano sulla tematica dell’agrivoltaico, e più in generale dell’implementazione del fotovoltaico, e specialmente ai progettisti ed ai decisori.

Intervengono:

Alessandra Scognamiglio, coordinatrice della Task Force Agrivoltaico Sostenibile ENEA e ideatrice del progetto.
Cibo, energia e bellezza possono condividere lo stesso pezzo di terra? La visione  dell’ Agrivoltaico per l’Arca di Noè

Fabrizio Pravettoni, NeoruraleHub
Il giardino agrivoltaico

Beatrice Fumarola, coordinatore nazionale IN/Arch
Il concorso internazionale “L’Agrivoltaico per l’Arca di Noè”

Giulio Poggiaroni, ETA Florence Energie Rinnovabili
La Rete Italiana Agrivoltaico Sostenibile

Q&A